Occhiali 3D, come faccio a pulirli?

Spesso succede che si abbia bisogno di riuscire a pulire e poter curare tutta una serie di elettrodomestici diversi o strumentazioni tecnologiche più o meno delicate. Sicuramente dobbiamo prenderci cura anche dei nostri occhiali 3D che si utilizzano per guardare film o giocare in tre dimensioni. La pulizia degli occhiali 3D può diventare anche davvero importante perché ci permette sicuramente di far durare a lungo i nostri occhiali, e ci consente anche un utilizzo sempre ottimale. La manutenzione specifica, in questo caso, si rende necessaria per non rovinare col tempo questi dispositivi e per evitare di utilizzare occhiali che possano risultare fastidiosi. Possiamo rischiare di sciupare anche molto questi supporti che hanno anche dei costi più o meno alti a seconda del modello, ma è un vero peccato rovinarli perché a volte ci basta davvero un piccolo errore nella pulizia per andare a graffiarli e quindi renderli inservibili. Un paio di occhiali 3D anche se con piccoli graffi sono praticamente da gettare purtroppo perché rischiamo anche di rovinarci l’esperienza visiva..

Questo tipo di occhiali non si differenzia in effetti molto rispetto a un qualunque altro paio di occhiali che possiamo avere, ma non possono essere puliti assolutamente come andiamo a pulire un qualsiasi altro paio di occhiali. I modelli più semplici occhiali 3D e anche i più economici sono quelli che vengono denominati passivi, quindi hanno delle vere e proprie montature tradizionali che in genere sono essenzialmente in plastica con lenti particolari che ci permettono di ottenere l’effetto 3D. Ciò che davvero è importante è il materiale di cui sono fatti i più economici, che sostanzialmente per la maggior parte delle volte è plastica, e quindi si possono tranquillamente pulire con un panno inumidito oppure utilizzando un solvente che non sia aggressivo adatto alla pulizia delle lenti. Dato che si tratta di lenti sarà bene comunque ripulirle curandosi di non graffiarle eccessivamente, perciò di sicuro il materiale migliore per andare ad eliminare polvere e grasso dalle lenti è la microfibra. Per quanto riguarda invece quei modelli più costosi di occhiali 3D, ossia gli occhiali 3D attivi, dovremo andare ad utilizzare sempre un panno umido in microfibra, ma dobbiamo avere decisamente molta più cura di non intaccare la struttura stessa degli occhiali che ha al suo interno una tecnologia apposita direttamente sulla montatura.

Per conoscere i prezzi e i modelli dei vari occhiali 3D vi consiglio di consultare la guida che troverete sul sito https://miglioriocchiali3d.it/