Cos’è il quilt ? L’antica arte del cucito e l’antica versione delle macchine da cucire

L’arte del quilting è una dimensione che appartiene all’ambito sartoriale ed è un metodo di lavoro che consiste nell’unione di più strati di tessuto per effettuare riparazioni oppure ricami e giochi di colore divertenti. Si tratta di una metodologia lavorativa che affonda le radici in una tradizione americana; che ha inizio nel periodo coloniale. In particolar modo il quilting all’epoca veniva utilizzato per riparare capi d’abbigliamento o per creare nuovi tessuti a partire da pezzi di tessuto in ottimo stato ricavati da capi vecchi e rovinati. 

Possiamo dire che la parola quilt significa essenzialmente “tappeto” o “trapunta” poiché all’epoca il lavoro era incentrato principalmente su questo tipo di capo. Con il tempo la parola è stata coniata per definire una metodologia sartoriale che per essere realizzata necessita di diverse attenzioni  e materiale.

Per effettuare il quilt avremo bisogno innanzitutto di stoffe in cotone. Se si tratta di stoffe colorate sarebbe meglio perché sono quelle appositamente create per il quilt. Oltre al tessuto serve poi un’imbottitura delle medesime dimensioni della stoffa, se non pure più grande per evitare di ritrovarsi con materiale insufficiente. 

Per poter tagliare e lavorare il quilt, naturalmente avremo necessità di una buona macchina da cucire. Se non avete idea e volete confrontare i vari modelli adatti a questo lavoro per caratteristiche e prezzi, basta visitare il sito linkato in precedenza.

Un righello per prendere bene le misure e una base dove poter tagliare sono elementi fondamentali: dunque procuratevi un tappetino graduato per il taglio preciso delle stoffe e una riga che vi farà da guida durante il lavoro. Il taglio dovrà essere effettuato con uno strumento che si chiama rotary Cutter ma in alternativa potrete fare tutto  sotto la macchina da cucire. Molte di queste infatti sono strutturate per poter realizzare questo fantasioso lavoro a partire proprio dal piedino. Il piedino da utilizzare sarà quello definito piedino D. Per poter fare il quilt è necessario impostare il doppio trasporto per poi regolare la posizione dell’ago sulla base del bordo che intendiamo realizzare. 

E’ consigliabile acquistare sempre una macchina che sia in grado di salvare il lavoro effettuato e poter ripartire dal punto ultimo dove ci si è fermati. Molte macchine da cucire infatti, con un piccolo investimento di poche decine di euro in più, offrono un sistema completo di memoria interna che velocizza il lavoro e fa scorrere il tessuto molto più facilmente.